Ogni quanto bisogna sostituire lo spazzolino?

Sappiamo sempre quando è ora di comprare un nuovo shampoo o un dentifricio, ma come capire quando è ora di comprare un nuovo spazzolino? 

Introduzione

Sostituire lo spazzolino con regolarità

Ora spiegheremo con che frequenza sostituire questo importantissimo oggetto per evitare problemi inutili alla bocca o alla salute in generale.L’alitosi, nota anche come alito cattivo, è un problema comune che può farvi sentire a disagio ogni volta che parlate con gli altri...

Lo spazzolino è uno strumento di igiene orale che dovrebbe essere utilizzato per circa tre mesi, ma molti di noi trascurano questo semplice consiglio. Due sono i motivi importanti alla base di una regolare sostituzione: in primis, a causa dell’usura meccanica le setole iniziano a piegarsi e con il tempo non assolvono più adeguatamente al compito di rimozione della placca. Il secondo motivo è il rapido accumulo di batteri, che tendono a proliferare molto più velocemente in ambienti umidi.

Fase uno

Sciacquarlo a ogni utilizzo e lasciarlo asciugare

È importante sciacquare lo spazzolino dopo ogni utilizzo sotto un getto d’acqua e lasciarlo asciugare in posizione verticale.

Non è necessario usare un copri spazzolino, il cui utilizzo è indicato perlopiù come protezione durante il trasporto occasionale. Tenere lo spazzolino perennemente coperto, infatti, può causare un notevole accumulo di batteri sulla superficie del copri spazzolino stesso. In aggiunta, il copri spazzolino impedisce alle setole di asciugare correttamente, intrappolando umidità e creando un ambiente favorevole alla proliferazione dei batteri.

Lasciar asciugare lo spazzolino in posizione verticale

Fase due

Usura dello spazzolino da denti

Forse i denti vengono spazzolati troppo energicamente

Si potrebbe pensare che gli spazzolini con un maggior numero di setole, come gli spazzolini della linea CURAPROX, rischino di consumarsi ancora più in fretta. In realtà anche queste setole ultrafini sono studiate e testate per mantenere i denti sani per tre mesi di utilizzo quotidiano.

Se le setole dello spazzolino sono consumate e le fibre si piegano dopo pochi giorni o settimane, forse non stiamo agendo correttamente. Spesso uno spazzolino si consuma troppo velocemente quando si esercita una pressione eccessiva, risultato di un’errata tecnica di spazzolamento.

Troppa forza o errata tecnica di spazzolamento

Per essere sicuri, leggere le istruzioni sul corretto spazzolamento dei denti per prevenirne l’usura rapida ed evitare che possa danneggiare i denti e le gengive. Per sapere come utilizzare correttamente lo spazzolino è consigliabile rivolgersi al dentista o all’igienista dentale.

Fase tre

Gettare lo spazzolino dopo una malattia

In caso di malattia recente, è buona prassi sostituire lo spazzolino, anche se sembra ancora in buone condizioni. Di fatto, lo spazzolino dovrebbe essere sostituito dopo essere guariti da un’infezione virale o batterica. Che si sia trattato di un normale raffreddore o di un’altra malattia infettiva, non esitare a comprare un nuovo spazzolino.

Gettare lo spazzolino dopo una malattia

Tre cose da tenere a mente

Uno spazzolino consumato non pulisce bene i denti

1. Sostituire lo spazzolino ogni tre mesi circa per evitare che le setole si pieghino e che si accumulino i batteri.

2. Non esercitare una pressione eccessiva. Spesso uno spazzolino da denti si consuma troppo in fretta se si applica una forza eccessiva o se si adotta un’errata tecnica di spazzolamento.

3. Sostituire immediatamente lo spazzolino dopo una malattia. Dopo un comune raffreddore o una malattia infettiva, è buona cosa acquistarne uno nuovo. In caso contrario, la malattia potrebbe ripresentarsi a causa dello spazzolino.