Swiss premium oral careSwiss premium oral care

Seleziona il tuo paese Italia Italia
Per ordini superiori a 30€ spedizione gratuita
Consegna entro 1-3 giorni lavorativi
Pagamento sicuro con 3D Secure

Cose da sapere sulle protesi dentarie

Quando i denti sono danneggiati o cadono, è necessario ricorrere alle protesi. Ma quali sono le opzioni disponibili e quali fattori giocano un ruolo nella decisione?

Qui troverete una panoramica di tutte le informazioni importanti sulle protesi dentarie, con un chiaro elenco di vantaggi e svantaggi e immagini.

min read
Apr 2024
https://curaprox.it/blog/post/cose-da-sapere-sulle-protesi-dentarie
min read
Apr 2024
https://curaprox.it/blog/post/cose-da-sapere-sulle-protesi-dentarie

Definizione: cosa sono le protesi dentarie?

Il termine protesi si riferisce a qualsiasi forma di protesi dentaria che sostituisce uno o più denti mancanti o gravemente danneggiati. L'obiettivo è quello di ripristinare la funzione del dente durante la masticazione e la parola e di ottenere un aspetto il più naturale possibile. Le misure puramente estetiche come le faccette non sono considerate protesi dentarie.

Le protesi vengono sempre utilizzate quando mancano i denti o sono gravemente danneggiate. Questo vale soprattutto per le persone anziane. Tuttavia, i denti possono anche cadere o essere estratti a causa di lesioni, malattie come la parodontite o dopo un trattamento oncologico.

A seconda del numero di denti mancanti o dell'ampiezza della lacuna, esistono diverse opzioni:

  • Protesi fisse: corone, ponti e impianti
  • Protesi rimovibili: protesi totali e protesi parziali
  • Protesi combinata: protesi rimovibile più impianti

Di seguito analizziamo più da vicino i vantaggi e gli svantaggi, nonché le possibili applicazioni delle varie opzioni.

Protesi fisse: standard per lacune medio-piccole

Se è danneggiato un solo dente o se ne mancano al massimo quattro, il dentista può inserire una corona o un ponte per chiudere la lacuna.

Le protesi fisse possono essere realizzate con i seguenti materiali:

  • Metallo: le corone e i ponti interamente in metallo sono realizzati in metalli come l'acciaio o l'oro. Possono durare fino a 25 anni e sono utilizzati principalmente in aree non visibili della dentizione.
  • Ceramica: le corone e i ponti in ceramica integrale si avvicinano maggiormente all'aspetto dei denti naturali e sono più costosi delle corone in metallo. La ceramica è spesso utilizzata soprattutto per gli incisivi, dove è importante un colore naturale.
  • Resina: le corone e i ponti in resina possono scolorire dopo qualche tempo e sono più suscettibili alla formazione di placca.
  • Forme miste di metallo e ceramica o plastica: le corone e i ponti rivestiti hanno una struttura in metallo e sono otticamente abbinati al colore del dente da uno strato esterno in ceramica o plastica.

Corone

Se la radice di un dente è intatta, ma la corona è spezzata o talmente compromessa dalla carie che non è più possibile eseguire otturazioni o intarsi, il dentista può inserire una corona. A tal fine, il dentista smeriglia il dente interessato. Un odontotecnico realizza la corona sulla base di un'impronta in laboratorio e l'odontoiatra la cementa sul moncone del dente rimasto. La corona serve a proteggere la radice del dente e a ripristinare la funzione masticatoria e fonatoria e l'aspetto di una dentatura completa. Una volta incollata, la corona non può più essere rimossa.

 Vantaggi delle corone:

  • Conservazione dei denti affetti da carie
  • Protezione contro le recidive di carie
  • Aspetto naturale grazie a corone in ceramica, plastica o faccette (particolarmente importanti per i denti anteriori)
  • Conservazione funzionale completa del dente

 

Svantaggi delle corone:

  • L'aumento della formazione di placca o della decolorazione è possibile con le corone in plastica
  • È necessario digrignare il dente
  • Durata di conservazione limitata (da 10 a 25 anni a seconda del materiale)
  • Rischio di carie con scarso adattamento al margine della corona

Ponti

Se mancano al massimo quattro denti uno accanto all'altro, un ponte dentale è di solito la prima scelta. A seconda del numero di denti mancanti, il dentista incaricherà un odontotecnico di realizzare un ponte con diverse unità. I denti vicini alla fessura fungono da supporto e devono essere molati fino al bordo gengivale e cementati, proprio come descritto per la corona. I denti perdono circa il 40-60% della loro struttura dentale. I due denti pilastro sostengono quindi l'intero ponte. Non vi è alcun collegamento tra il ponte e l'osso mascellare.

Vantaggi dei ponti:

  • Costi di trattamento ridotti
  • Alternativa vantaggiosa agli impianti
  • Lo spazio tra i denti è chiuso

 

Svantaggi dei ponti:

  • È necessario il digrignamento dei denti vicini
  • Forte carico sui denti vicini
  • Breve periodo di garanzia per le corone (solo 2 anni in Germania)
  • Sostanza ossea a rischio
  • Rischio di carie sul bordo del ponte
  • Meno adatto ai pazienti affetti da parodontite

Impianti

Gli impianti, a ben vedere, non sono una sostituzione di un dente, ma piuttosto di una radice. Si tratta di perni metallici in titanio che vengono forati nella mandibola e lì ancorati - in linea di principio simili a un tassello. Gli impianti sono l'unico tipo di sostituzione dentale che ha un contatto diretto con l'osso mascellare, evitando che il tessuto osseo si ritiri. Al contrario, esso avvolge la superficie dell'impianto e garantisce una tenuta particolarmente buona.

Su un impianto è possibile fissare una corona, un ponte o persino una protesi. Con un impianto a dente singolo, il dente mancante viene sostituito uno a uno da una combinazione di corona e impianto. I ponti implantari funzionano come i normali ponti, ma non sono fissati a un dente vicino sano, bensì a un impianto. Gli impianti sono considerati la forma di sostituzione dei denti di migliore qualità, più confortevole ed estetica. Tuttavia, poiché richiedono un intervento chirurgico esteso, sono anche l'opzione più costosa.

 

Vantaggi degli impianti

  • Sostituzione reale del dente mancante attraverso un ancoraggio di tipo radicolare
  • Estetica molto buona
  • Non è necessario digrignare i denti vicini
  • Massimo comfort e tenuta ottimale
  • È possibile l'integrazione in protesi rimovibili
  • Adatto a persone con parodontite da lieve a moderata
  • Nessuna regressione delle ossa mascellari dovuta all'ancoraggio

 

Svantaggi degli impianti

  • La variante di protesi più costosa
  • È necessario un intervento chirurgico
  • Tempo di trattamento più lungo

Le protesi vengono sempre utilizzate quando mancano i denti o sono gravemente danneggiate. Questo vale soprattutto per le persone anziane. Tuttavia, i denti possono anche cadere o essere estratti a causa di lesioni, malattie come la parodontite o dopo un trattamento oncologico.

Protesi rimovibili: protesi totali e parziali

Se mancano più di quattro denti uno accanto all'altro, i pazienti possono scegliere tra impianti e protesi rimovibili. Le protesi non sono saldamente ancorate alla mascella, ma possono essere rimosse a piacere, come un apparecchio ortodontico.

Buono a sapersi:

Le protesi rimovibili a volte non sono adatte ai pazienti affetti da demenza e alle persone con disabilità, perché l'inserimento della protesi può comportare difficoltà o addirittura essere dimenticato.

Si distingue tra protesi parziali, nel caso in cui vi siano ancora denti residui nella dentizione, e protesi totali per una dentizione completamente edentula. Le protesi parziali sono disponibili in varie forme: protesi telescopiche, protesi a graffa o protesi con attacco.

Qui troverete tutti i vantaggi e gli svantaggi dei diversi tipi di protesi rimovibili:

Protesi totale

La protesi totale o completa viene utilizzata quando non ci sono più denti nella dentizione. Gli odontotecnici possono realizzare protesi totali sia per la mascella superiore che per quella inferiore. Esse riproducono la rispettiva parte della mascella con una base in plastica color gengiva e denti in plastica.

Le protesi totali non sono ancorate all'osso mascellare, ma sono tenute in posizione da un effetto di aspirazione. Nella mascella superiore, la protesi con placca palatale "si attacca" per così dire all'intero palato e ha quindi una tenuta relativamente buona. Nella mascella inferiore, la superficie di contatto è significativamente più piccola e la tenuta della protesi è quindi molto meno stabile, anche con la crema adesiva.

 

Vantaggi della protesi totale

  • Economicamente vantaggioso rispetto agli impianti
  • Non è necessario alcun intervento chirurgico
  • Nessun dolore durante l'inserimento
  • Costi di produzione relativamente bassi
  • Look naturale con modelli moderni
  • Buona tenuta della mascella superiore

 

Svantaggi delle protesi totali

  • Punti di pressione e dolori dovuti alla scarsa vestibilità
  • Possibili alterazioni del gusto
  • Possibile stress psicologico e riduzione della qualità di vita
  • Basso comfort d'uso (copre l'intero palato, scarsa tenuta nella mascella inferiore)
  • Possibile compromissione della funzione masticatoria
  • Possibile regressione delle ossa mascellari
  • Possibile attivazione del riflesso gastrico

Protesi di chiusura/protesi di fusione modello

La forma più semplice di protesi parziale è la protesi a gancio, nota anche come protesi su modello. Una fila di denti in plastica è inserita in una base color gengiva ed è fissata ai denti rimanenti mediante fermagli in acciaio fuso (o fermagli in filo metallico piegato nel caso di una protesi provvisoria). L'estetica dei fermagli è piuttosto impopolare tra i pazienti, poiché sono chiaramente visibili. Tuttavia, trattandosi del tipo di protesi parziale più economico, viene ancora utilizzato con una certa frequenza.

 

Vantaggi delle protesi a fermaglio

  • Più conveniente rispetto alle protesi parziali e agli impianti
  • Non è necessario digrignare i denti sani
  • Produzione semplice
  • Frequentemente espandibile

 

Svantaggi delle protesi a fermaglio

  • Scarsa estetica a causa delle staffe visibili
  • Usura dei denti sani a causa dell'apparecchio
  • Possibile scarsa vestibilità e compromissione della funzione masticatoria
  • Punti di pressione dovuti alla scarsa aderenza
  • Possibile regressione delle ossa mascellari

Protesi telescopiche/ponti telescopici

L'alternativa esteticamente più gradevole alla protesi a gancio è la protesi telescopica. Il dentista rettifica i denti rimanenti in modo che siano lisci e cilindrici e servano da "fessura" per la protesi. Poiché i denti sono saldamente ancorati alla mascella e la protesi è fissata saldamente alle corone, la protesi telescopica offre una migliore ritenzione e non presenta ganci visibili. Tuttavia, la realizzazione è molto complessa, poiché la corona interna (il dente rimanente, molato e coronato) e la corona esterna (la protesi) devono combaciare perfettamente.

A causa della maggiore complessità, le protesi telescopiche sono significativamente più costose delle protesi a graffa. Le protesi telescopiche funzionano in modo simile ai ponti, ma possono essere rimosse. Per le corone interne, i denti rimanenti, sminuzzati, vengono solitamente rivestiti d'oro; oggi è possibile anche l'uso di ceramica bianca all'ossido di zirconio.

 

Vantaggi delle protesi telescopiche

  • Ottima tenuta ed estetica senza clip
  • Espandibile
  • Adatto ai pazienti con malattia parodontale

 

Svantaggi delle protesi telescopiche

  • È necessario digrignare i denti sani
  • Carico pesante e usura accelerata dei denti del pilastro
  • Rischio di carie sul margine della corona
  • Produzione complessa e fattore di costo elevato
  • Possibile regressione delle ossa mascellari

Protesi di attacco

In linea di principio, una protesi con attacco funziona in modo simile a una protesi con chiusura, ma senza chiusure visibili. Al contrario, i portatori di dentiere fissano le loro terze protesi con un sistema matrice-patrice: i denti residui sono coronati in modo tale che un elemento di fissaggio sia attaccato al lato o alla parte posteriore della protesi, a cui la protesi contiene la controparte corrispondente. Grazie all'esatto adattamento, le protesi con attacco possono garantire una tenuta sicura. Questo tipo di protesi veniva utilizzato principalmente per i molari senza denti vicini, prima che gli impianti diventassero sempre più popolari.

 

Vantaggi delle protesi con attacco

  • Look naturale grazie all'estetica senza clip
  • Buona tenuta con piena funzione masticatoria grazie all'ancoraggio sicuro

 

Svantaggi delle protesi di attacco

  • È necessario digrignare i denti sani
  • Carico pesante e usura accelerata dei denti del pilastro
  • Non può essere prolungato; è necessaria una nuova realizzazione in caso di nuova perdita di denti.
  • Elevato sforzo di produzione e fattore di costo
  • Possibile regressione delle ossa mascellari

Protesi combinate

Dall'introduzione degli impianti, sono stati introdotti metodi completamente nuovi di sostituzione dei denti per l'arcata inferiore e superiore: quando gli impianti sono combinati con protesi totali o parziali, si parla di protesi combinate. Rispetto alle classiche protesi rimovibili, le varianti combinate offrono una ritenzione significativamente migliore grazie all'ancoraggio degli impianti nell'osso mascellare, prevenendo così anche la perdita di tessuto osseo. Il fattore di costo delle protesi combinate aumenta naturalmente anche a causa della procedura chirurgica e della realizzazione più complessa.

In generale, due impianti come complemento di una protesi totale migliorano notevolmente il comfort di calzata. Tuttavia, sono comuni quattro o sei impianti che possono supportare una protesi totale o parziale con diversi elementi di sostegno:

  • Protesi con pulsante (protesi localizzatrice)
  • Protesi con magneti implantari
  • Protesi con ancoraggio a testa sferica
  • Protesi con barra
  • Ponti telescopici su impianti

 

È anche possibile utilizzare sia i denti rimanenti che gli impianti come pilastri per una protesi o un ponte. Ad esempio, una protesi telescopica può essere sostenuta da un dente coronato e da un impianto. In questo caso si parla di protesi ibrida.

 

Vantaggi delle protesi combinate

  • Migliore ritenzione e maggiore comfort di utilizzo rispetto alle protesi rimovibili classiche
  • Estetica molto buona
  • Non è necessaria la levigatura dei denti sani (tranne che per le protesi ibride)

 

Svantaggi delle protesi combinate

  • Costi più elevatis
  • Durata del trattamento più lunga
  • È necessario un intervento chirurgico

Fattori decisionali: Quale protesi è adatta a me?

La scelta della protesi giusta dipende da numerosi fattori:

Fattori medici

Il fattore più importante è la condizione medica della dentizione. Le opzioni possibili dipendono in larga misura dal numero di denti rimasti nella dentizione. Se manca un solo dente, la prima scelta è una corona o un impianto con corona. Se mancano fino a quattro denti, si può optare per ponti o ponti implantari. Se mancano già molti denti, sono possibili protesi parziali o protesi combinate. Una dentatura completamente priva di denti richiede una protesi totale classica o una protesi totale supportata da impianti.

 

Quali protesi per la malattia parodontale?

In caso di atrofia dell'osso mascellare dovuta alla malattia parodontale, la malattia dovrebbe essere trattata prima dell'applicazione della protesi, se possibile, per evitare che la condizione peggiori. Gli impianti sono spesso la scelta migliore per la malattia parodontale lieve o moderata. Tuttavia, se l'atrofia dell'osso mascellare è già presente e la densità dell'osso mascellare non è più sufficiente per ancorare saldamente gli impianti, le protesi rimovibili sono un'opzione migliore.

Con una protesi telescopica, i denti rimanenti possono sostenere la protesi. Se si perdono altri denti, la protesi può essere rielaborata. Se la lacuna è minima e i denti vicini sono ancora saldamente attaccati alla mascella, sono possibili anche i ponti. Alla domanda "ponte o impianto?" non si può rispondere in modo generico; dipende dalla situazione individuale.

Importante: in caso di parodontite, il rischio di perimplantite - un'infiammazione del parodonto in corrispondenza del sito implantare - è da cinque a sette volte superiore dopo l'inserimento di impianti rispetto ai pazienti sani.

Peri-implantite: Cosa fare in caso di infiammazione intorno a un impianto?

Estetica e comfort di utilizzo

Se date molta importanza all'estetica e a una protesi naturale che non dia nell'occhio, gli impianti o la protesi telescopica sono l'opzione migliore. Poiché gli impianti sono saldamente ancorati all'osso mascellare, non c'è il rischio che la protesi cada o scivoli fuori posto. Le funzioni di masticare e parlare sono le stesse dei denti originali.

Costi

Come regola generale, le soluzioni di protesi dentaria con l'estetica migliore e il comfort più elevato hanno anche il fattore di costo più elevato. Poiché le compagnie di assicurazione sanitaria di solito contribuiscono solo in parte, i pazienti devono valutare attentamente quanto vogliono investire nella loro protesi e quanto è importante per loro un'estetica ottimale. È meglio chiedere consiglio a diversi dentisti e ottenere diverse offerte da confrontare.

Rischi della protesi dentaria

Prima di tutto: se si perde un dente, è necessario sostituirlo. In caso contrario, la mascella e il morso possono spostarsi perché non c'è più la controparte per il dente opposto. Le mascelle disallineate possono causare tensioni e mal di testa, per non parlare dello stress psicologico dovuto alla mancanza di un dente.

Tuttavia, le protesi comportano anche dei rischi:

  • Le protesi rimovibili possono causare punti di pressione, infiammazione delle gengive e lesioni nella bocca.
  • Una cura inadeguata degli impianti può portare alla mucosite perimplantare - un'infiammazione delle gengive intorno all'impianto - o alla perimplantite. Nel peggiore dei casi, ciò può portare alla perdita dell'impianto.
  • La carie può formarsi ai bordi della corona .
  • Se le protesi rimovibili non vengono pulite correttamente, funghi e batteri possono insediarsi, infettando i denti sani e causando l'alito cattivo .

Buono a sapersi:

Le infezioni intorno all'impianto possono essere prevenute utilizzando un collutorio contenente clorexidina. Immediatamente prima e dopo l'intervento di implantologia, i collutori della gamma Perio plus di Curaprox possono proteggere dalle infezioni batteriche e allo stesso tempo accelerare la guarigione della ferita. Il principio attivo naturale Citrox®, un estratto dell'arancio amaro, potenzia ulteriormente l'effetto antibatterico della clorexidina.

La giusta cura per le protesi dentarie

Per evitare che con le protesi si verifichino complicazioni indesiderate come gengiviti o carie, è essenziale un'igiene orale particolarmente accurata.

Pulizia delle protesi fisse

La pulizia di ponti, corone e impianti deve essere accurata come quella dei denti veri. Pertanto, è necessario lavare i denti n con uno spazzolino morbido almeno due volte al giorno, per almeno tre minuti. È inoltre necessario pulire quotidianamente i denti o gli impianti con uno spazzolino interdentale.

Qui abbiamo raccolto alcuni articoli con consigli utili su come lavarsi i denti in modo corretto:

Istruzioni: lavarsi bene i denti

Istruzioni: lavarsi i denti con lo spazzolino elettrico

Istruzioni: utilizzare correttamente lo scovolino interdentale

Istruzioni: utilizzare correttamente il raschietto per la lingua

 

Buono a sapersi:

Esistono spazzolini interdentali speciali per la pulizia degli spazi tra i denti con impianti: le setole del CPS Soft Implant di Curaprox sono più grandi di quelle degli spazzolini interdentali convenzionali, per pulire a fondo e delicatamente gli spazi più grandi. È meglio consultare il proprio dentista per sapere qual è la misura più adatta a voi.

Pulizia degli impianti con la spazzola singola

Per garantire che non si verifichino infiammazioni delle gengive intorno all'impianto, che potrebbero trasformarsi in perimplantite, è possibile utilizzare uno spazzolino monociuffo per una pulizia particolarmente accurata. Lavorate molto delicatamente lungo il bordo gengivale con piccoli movimenti circolari. In questo modo sarà possibile raggiungere anche le aree più difficili da raggiungere sotto l'impianto.

Buono a sapersi:

Lo spazzolino monociuffo CS 708 Implant di Curaprox è stato sviluppato appositamente per una pulizia particolarmente accurata degli impianti ed è dotato di una testina flessibile che consente di raggiungere facilmente ogni area.

Pulizia delle protesi rimovibili

Quando si parla di pulizia delle protesi, probabilmente si ha subito in mente l'immagine di una dentiera in un bicchiere d'acqua con una pastiglia frizzante. Tuttavia, chi pensa che un bagno di schiuma durante la notte sia sufficiente, purtroppo si sbaglia: le protesi parziali e totali devono essere pulite come i denti veri. Dopo tutto, anche qui si accumula placca. Se non viene rimossa, si indurisce in tartaro e attacca la protesi. I batteri causano anche l'alito cattivo e rendono la protesi meno confortevole da indossare.

È consigliabile pulire accuratamente la dentiera la sera prima di andare a letto utilizzando uno spazzolino per dentiere come Curaprox BDC 152 e un gel detergente speciale come BDC 100.Assicuratevi di pulire la dentiera da tutti i lati e di pulire anche le superfici interne. Gli spazzolini per dentiere hanno una forma che consente di raggiungere ogni parte della dentiera. Una volta alla settimana, è necessario disinfettare le protesi rimovibili con un disinfettante speciale come il BDC 105. Se si desidera indossare la dentiera anche di notte, è necessario pulirla anche al mattino, proprio come i denti veri.

Le protesi dentarie possono essere pulite con gli ultrasuoni?

I dispositivi a ultrasuoni possono sciogliere i depositi più ostinati. Tuttavia, è necessario utilizzare uno spazzolino per dentiere per rimuovere accuratamente i depositi. Un dispositivo a ultrasuoni viene utilizzato anche durante una pulizia dentale professionale dal dentista. Le protesi saranno inoltre lucidate e sigillate per evitare che i depositi si attacchino così rapidamente.

Buono a sapersi:

Il set di pulizia Curaprox contiene tutto il necessario per la pulizia delle protesi rimovibili: gel per la pulizia quotidiana, spazzolino per protesi, disinfettante settimanale, scatola per la conservazione e istruzioni - e come extra, il morbidissimo spazzolino CS 5460 per massaggiare le gengive.

FAQ: Altre domande sulle protesi dentarie

Le protesi dentarie sono un argomento complesso. Per questo motivo abbiamo risposto ad alcune domande frequenti:

Sì, anche i bambini possono avere bisogno di protesi se, ad esempio, perdono i denti a causa di una caduta o di una grave carie o soffrono di una malattia congenita in cui i denti da latte non si formano. Per lo sviluppo sano del bambino è importante che gli spazi tra i denti non rimangano vuoti, in modo che i denti si sviluppino normalmente e non si verifichino malocclusioni o disturbi del linguaggio.

Tuttavia, le opzioni per le protesi nei bambini sono meno numerose rispetto agli adulti. Le protesi fisse sono fuori discussione, poiché le ossa mascellari non sono ancora completamente sviluppate. Tuttavia, sono possibili i cosiddetti "mantenitori di spazio", che sono ancorati ai denti vicini con dei fermagli, o le protesi rimovibili a fermaglio.

La ceramica è considerata di qualità superiore per le protesi fisse, in quanto non si scolorisce rapidamente come la plastica. Tuttavia, la ceramica è anche più costosa. Le protesi rimovibili sono solitamente realizzate in plastica. In questo caso, solo le corone interne delle protesi telescopiche possono essere realizzate in ceramica.

Sì, con le protesi fisse si può scegliere tra metallo, ceramica e plastica. Le protesi rimovibili sono solitamente in plastica. Solo le chiusure delle protesi fisse sono in metallo. Per le protesi telescopiche è possibile avere le corone interne in ceramica. Le protesi totali sono solitamente realizzate interamente in plastica. Gli impianti, invece, sono in titanio.

Sì, alcuni laboratori odontotecnici utilizzano stampanti 3D per la produzione di protesi e possono quindi accelerare il processo di fabbricazione.

Chiunque abbia dovuto prendere un'impronta dal dentista sa quanto possa essere sgradevole. Fortunatamente, oggi è possibile utilizzare una scansione digitale con uno scanner intraorale, che crea un'immagine digitale tridimensionale.

In linea di principio, tutti i tipi di protesi sono possibili in caso di osteoporosi, comunemente nota come perdita ossea. Tuttavia, il dentista deve chiarire durante il consulto lo stadio avanzato della malattia e i farmaci assunti. I farmaci bifosfonati, in particolare, possono causare complicazioni durante il trattamento dentale e ostacolare la guarigione delle ferite. Ciò è particolarmente importante per gli impianti. In rari casi, i bifosfonati possono addirittura scatenare una necrosi mascellare, in cui l'osso mascellare si ammorbidisce e si distrugge.  

Buono a sapersi:

Una protesi dentaria non perfettamente aderente può essere il primo segnale di osteoporosi. Se le ossa mascellari si ritirano lentamente, la dentiera potrebbe non adattarsi più come prima. Molti pazienti si accorgono della malattia ossea solo in questo modo.

È impossibile dire in termini generali quando una persona avrà bisogno di una dentiera. Dipende interamente dalla cura che la persona ha riservato ai propri denti. Non esiste una perdita di denti puramente legata all'età. Le persone che si prendono particolarmente cura dei propri denti possono mantenere la propria dentatura naturale anche in età avanzata.

Per garantire che le protesi rimovibili si adattino bene a lungo termine, il dentista deve controllare regolarmente le protesi - idealmente ogni sei mesi - e riallinearle se necessario. Questo perché le ossa mascellari cambiano nel tempo ed è quindi normale che la protesi non si adatti più perfettamente dopo un po' di tempo. Poiché a causa di una cattiva aderenza possono formarsi dei punti di pressione, è necessario recarsi dal dentista per stabilire se è necessaria una ribasatura. Il dentista o l'odontotecnico si occuperà semplicemente di adattare la base della protesi alla nuova forma della mascella.

No, per favore, non fatelo. Anche se su Internet si trovano numerose offerte di kit fai-da-te che promettono protesi immediate senza dentista, non si tratta di una vera alternativa alle protesi professionali. Per assicurarsi che la dentiera sia davvero adatta in termini di estetica, comfort e funzionalità, è necessario lasciare la realizzazione ai professionisti. Se la dentiera è danneggiata, non bisogna ripararla o incollarla da soli. L'adesivo può aggredire la mucosa orale e una protesi incollata male può portare a un cattivo comfort.

Le protesi in plastica possono scolorirsi con il tempo, soprattutto se si beve molto caffè e tè o si fuma. Tuttavia, è bene evitare rimedi casalinghi come il bicarbonato di sodio, l'essenza di aceto e i dentifrici aggressivi, perché possono aggredire la dentiera. È meglio sottoporre i denti a una pulizia professionale da parte di un dentista. È ancora meglio se si evita una forte decolorazione attraverso lo spazzolamento quotidiano e la disinfezione settimanale.

Fonti

Dahm, Valeria: Protesi dentarie, su: netdoktor.de.

Dentolo: le vostre protesi: ponti, impianti & co. in un colpo d'occhio

Dentnet: Protesi localizzate - protesi rimovibili con un clic.

Dörr, Rebecca: Sbiancare le dentiere: I migliori consigli e trucchi, su: praxistipps.focus.de.

Comitato Federale Congiunto: Linee guida per le protesi dentarie.

informedhealthonline.org: Forme di protesi dentarie.

Associazione nazionale dei dentisti di assicurazione sanitaria obbligatoria: Tipi di protesi parziali.

Revierkind: I bambini hanno bisogno di protesi dentarie?.

Centro di consulenza per i consumatori NRW: Ponte, corona, impianto: quali sono le differenze tra le protesi?, su: kostenfalle-zahn.de.

Wehner, Christian: Mucosite perimplantare e perimplantite, su: zwp-online.info.

Studio dentistico Dr Langenbach: Le protesi dentarie nella vita quotidiana - pulizia, conservazione e cura.

ZWP: Osteoporosi e protesi: cosa devono considerare i pazienti.

ZWP: Protesi dentarie: pensare per tempo alla ribasatura.

Tutti i siti web sono stati consultati l'ultima volta l'11/07/2023.

https://curaprox.it/blog/post/cose-da-sapere-sulle-protesi-dentarie