Come prendersi cura dell’igiene orale in gravidanza. La nostra guida esclusiva

Scoprite quali sono i rischi per la vostra salute orale in gravidanza.

Imparate come fare ad avere denti e gengive sempre sani e puliti.

Scoprite in che modo una corretta igiene orale può influire positivamente sul vostro bambino.

Perché utilizzare questa guida?

Denti e gengive in gravidanza

Abbiamo creato questa guida esclusiva perché:

  • prendersi cura della propria salute orale può risultare più difficile in gravidanza;
  • vogliamo aiutarvi ad avere una bocca sana mostrandovi le tecniche migliori e i prodotti più efficaci.

Quattro cose che ogni futura mamma deve sapere

Gengive inflammate in gravidanza

La gravidanza influisce sulla salute dei vostri denti?

I cambiamenti ormonali possono rendervi più soggette all’accumulo di placca.

La placca può essere causa di gengive gonfie e doloranti che sanguinano facilmente, indicando la possibile presenza di gengivite, il primo stadio di un disturbo gengivale. Una gengivite non trattata può portare all’infiammazione dei tessuti che sostengono e mantengono in posizione i denti, nota come parodontite. Il mancato trattamento della parodontite può avere effetti anche gravi, tra cui la perdita del dente.

Oltre a questo, in vari studi è emerso un possibile legame tra i disturbi gengivali in gravidanza e il rischio di parto prematuro.

Come prendersi cura delle gengive in gravidanza?

Per fortuna, una buona routine quotidiana di igiene orale può aiutarvi a prevenire e combattere l’infiammazione gengivale, la gengivite e il rischio di parodontite.

Perciò continuate a leggere!

Come in ogni altro momento della vostra vita, prendervi cura di denti e gengive apporterà benefici a tutto il vostro corpo, comprese le arterie, il cuore e il cervello.

Carie dentaire e gravidanza

Essendo più vulnerabili all’accumulo di placca, che trasforma gli zuccheri in acidi che attaccano lo smalto dentale, siete più a rischio di carie.

Come evitare le carie in gravidanza

Se avete dubbi o sospettate di avere carie dentarie, non esitate a chiedere consiglio al vostro dentista.

In ogni caso, il modo migliore per proteggervi dalle carie è adottare una buona routine quotidiana di igiene orale.

Voglie e igiene orale

Per molte donne incinte, le voglie iniziano nel primo trimestre di gravidanza (già dalla quinta settimana) e diventano più forti nel secondo trimestre.

Se il desiderio di consumare bevande o cibi acidi o dolci diventa irrefrenabile, prestate molta attenzione. L’acidità che bibite gassate, succo d’arancia, frutta e dolci zuccherati creano in bocca attacca la struttura dello smalto dentale.

Non lavate i denti subito dopo

Se potete, cercate di non esagerare con queste ghiottonerie! Quando cedete alla tentazione, ricordate di bere un sorso d’acqua subito dopo e aspettate almeno mezzora prima di lavare i denti.

Dopo aver consumato cibi e bevande acidi, infatti, lo smalto dentale diventa più debole e il rischio che venga danneggiato è maggiore.

Nausee mattutine e salute dei denti

Le nausee mattutine sono un altro problema comune nelle future mamme che può influire sul buono stato dello smalto dentale, attaccato dagli acidi contenuti nel vomito.

In questi casi, sciacquate la bocca con acqua e aspettate almeno mezzora prima di lavare i denti.

Igiene dentale in gravidanza

Almeno una volta durante la gravidanza, prenotate una visita con il vostro dentista. Come abbiamo visto, la salute orale ha bisogno di maggiori attenzioni nelle donne in dolce attesa.

Devo dire al mio dentista che sono incinta?

Sì, non esitate a dire al vostro dentista che siete incinte poiché potrebbe influire sulle cure dentali.

Otturazioni dentali in gravidanza

Alcune direttive suggeriscono di posticipare a dopo il parto la rimozione o la sostituzione delle otturazioni in amalgama.

Allo stesso modo, durante la gravidanza andrebbero evitate le radiografie.

Se avete dei dubbi sulla salute e la cura di denti e gengive, non esitate a chiedere consiglio a un professionista.

La miglior routine

La routine ideale di igiene orale

Il segreto per avere denti e gengive sani e prevenire i problemi dentali legati alla gravidanze è:

  1. Lavare i denti due volte al giorno spazzolandoli con la giusta tecnica e utilizzando uno spazzolino con setole ultrasottili, insieme a un dentifricio delicato ma efficace contenente fluoruro, una sostanza che rafforza lo smalto dentale
  2. Pulire le cavità presenti tra i denti con gli scovolini interdentali

IMPORTANTE: le donne in dolce attesa possono sentirsi piuttosto stanche quando arriva la sera. È normale essere tentate di saltare alcune fasi dell’igiene orale, ma ricordate: la costanza è ancora più importante durante la gravidanza.

Fase uno

Lavarsi i denti

In gravidanza, lavate i denti nel modo giusto con uno spazzolino delicato

Le gengive sono ancora più morbide e sensibili durante la gravidanza, perciò è importante che la pulizia sia delicata.

Ecco perché il nostro iconico spazzolino Curaprox CS 5460 è composto da ben 5.460 setole CUREN® morbidissime e ultrasottili, densamente raggruppate sulla testina compatta.

Straordinaria potenza e delicatezza…

… per una pulizia efficace che non danneggia denti e gengive.

Progettato e realizzato in Svizzera, il CS 5460 è la scelta raccomandata dai dentisti, perché:

  • la testina compatta raggiunge anche i punti più inaccessibili;
  • il manico ottagonale consente di spazzolare i denti con l’angolazione corretta;
  • è infallibile sulla placca e previene il danneggiamento dello smalto...
  • ... grazie alla sua azione delicata su denti e gengive;
  • ha un look fantastico ed è disponibile in 36 combinazioni di colori, oltre alle edizioni limitate e speciali.

Come lavare i denti con il CS 5460

In breve:

  1. Inclinate lo spazzolino a 45 gradi, per metà sul dente e per metà sulla gengiva.
  2. Eseguite dei piccoli movimenti circolari delicati, quasi senza esercitare pressione.

In dettaglio:

La nostra guida esclusiva su come lavare i denti delicatamente e con la giusta tecnica.

Il miglior dentifricio da usare in gravidanza

Vi consigliamo di combinare l’azione dello spazzolino CS 5460 con l’efficacia delicata dei dentifrici CURAPROX Enzycal con fluoruro.

Come abbiamo già detto, in gravidanza il rischio di carie è maggiore.

Il fluoruro di sodio rafforza lo smalto dentale e, dopo aver lavato i denti, lo rende più resistente all’azione aggressiva degli acidi. Lo smalto è remineralizzato, anche nelle zone sotto attacco, e la riproduzione dei batteri che possono provocare le carie viene ridotta al minimo.

Dentifrici CURAPROX Enzycal

  • gusto fresco;
  • azione efficace contro le carie;
  • delicati sulla mucosa orale (il tessuto che riveste la bocca);
  • composti esclusivamente da ingredienti che agiscono naturalmente sul corpo...
  • ... come gli enzimi che potenziano l’azione protettiva della saliva e del sistema immunitario;
  • privi di ingredienti nocivi come SLS, triclosano e microplastiche;
  • pulizia ottimale, massima delicatezza.

Fase duo

Cure interdentali

Pulite le cavità tra i denti con gli scovolini interdentali

La mancata pulizia degli spazi interdentali comporta sempre dei rischi per la salute.

Oltre a scegliere lo spazzolino e il dentifricio migliori per l’igiene dentale, usare gli scovolini interdentali CURAPROX CPS prime  può aiutarvi a prevenire e combattere la gengivite, evitando così il rischio di parodontite.

Lo spazzolino da solo non riesce a penetrare le strette cavità presenti tra i denti che, senza un’adeguata pulizia, possono diventare terreno fertile per l’accumulo di placca...

... e infettare le gengive.

Gli scovolini interdentali CURAPROX CPS prime vi offrono una straordinaria efficacia pulente nelle strette cavità più difficili da raggiungere...

... grazie alle setole supersottili, extralunghe e ultraresistenti. Basta un solo gesto per un’azione delicata ed efficace. Una volta al giorno.

Inoltre, il nostro sistema di ricambi per scovolini interdentali riduce il consumo di plastica.

Come usare gli scovolini interdentali CPS prime

In breve:

Tutte le sere, prima o dopo la normale igiene orale.

Pulite uno ad uno tutti gli spazi interdentali, a partire dal primo. Dentro e fuori. Sciacquate la bocca. Passate allo spazio interdentale successivo.

In dettaglio:

La nostra guida esclusiva all’uso degli scovolini interdentali.

Usare gli scovolini interdentali per la prima volta

La prima volta che si usano gli scovolini interdentali, molte persone notano un certo sanguinamento, sintomo di infiammazione. Continuate a usarli tutti i giorni. Dopo una settimana, infiammazioni e sanguinamenti dovrebbero attenuarsi. In caso contrario, chiedete consiglio al vostro dentista.

È importante chiedere al dentista di aiutarvi a scegliere gli scovolini interdentali delle misure più adatte a voi. Se lo scovolino è troppo piccolo, infatti, la pulizia potrebbe non essere completa. Se invece è troppo grande, non avrà sufficiente spazio per scorrere e potrebbe danneggiare le gengive.